Modulo d’iscrizione

Hai completato la tua formazione in Essene e Egyptian Care e desideri diventare membro di ITTEE.

Per farlo, basta leggere e accettare i nostri statuti.
Se si desidera essere referenziati come terapeuta si dovrà prima restituire via e-mail il codice etico, datato e firmato, quindi compilare il modulo di presentazione.
Blanc
Statuto dell'ITTEE

ISTITUTO DELLA TRADIZIONE TERAPEUTICA ESSENZIALE ED EGIZIANA
E’ STATO UN PIACERE CONOSCERTI.
Associazione dichiarata

posto sotto le disposizioni della legge del 1° luglio 1901 e del decreto del 16 agosto 1901

Sede centrale: La Maison d’Etre, La Blanquie – 24220 Saint Vincent de Cosse – FRANCIA

 

 

ARTICOLO 1 – MODULO

Si costituisce tra i soci fondatori e qualsiasi altra persona che successivamente acquisisce lo status di membro, un’associazione dichiarata, disciplinata dalla legge del 1° luglio 1901, dal decreto del 16 agosto 1901 e dal presente statuto.

 

ARTICOLO 2 – SCOPO DELL’ASSOCIAZIONE

Lo scopo dell’associazione è di lavorare in Francia e in tutti i paesi:

La promozione degli insegnamenti di Daniel MEUROIS e Marie-Johanne CROTEAU e la trasmissione di metodi e pratiche di insegnamento della tradizione terapeutica essenziale ed egiziana.

L’associazione ha anche lo scopo di rilasciare certificati di idoneità alla pratica delle terapie essenziali ed egiziane, di conservarne la documentazione e di definire il contenuto dei corsi di formazione, la formattazione dei protocolli e il loro aggiornamento, definendo così il processo per l’ottenimento di tale certificato.

L’associazione ha anche lo scopo di controllare le associazioni figlie, cioè le associazioni che hanno specificato nei loro statuti che sono affiliate a questa associazione, e di assicurare che esse rispettino lo spirito e le regole di questa associazione come stabilito nel presente statuto.

A tal fine, l’ITTEE France avrà il diritto di esercitare la sua supervisione sulle associazioni figlie con la presenza ex officio di un membro del Collegio dei Fondatori negli uffici di associazioni di altri paesi.

Ha inoltre lo scopo di scoprire e promuovere la Tradizione Terapeutica Essene ed Egiziana attraverso vari eventi e attraverso qualsiasi supporto, l’organizzazione di soggiorni o viaggi iniziatici o di formazione.

L’associazione può offrire workshop di formazione introduttiva e continua per tutti i formatori.

Più in generale, l’associazione fornirà supporto e un quadro giuridico per la promozione delle terapie essene ed egiziane e quindi promuoverà la trasmissione delle pratiche terapeutiche essene ed egiziane nel rispetto delle regole del codice etico che si applicano a tutti gli operatori; l’associazione promuoverà il trasferimento di know-how, la condivisione di esperienze, l’accoglienza di tutti i volontari autorizzati dal Bureau dell’associazione che possono contribuire, mettendo a disposizione il loro tempo e know-how, al raggiungimento dello scopo associativo.

L’associazione è indipendente da qualsiasi movimento politico, religioso o di altro tipo.

 

ARTICOLO 3 – NOME

Il nome dell’Associazione è: ISTITUTO DELLA TRADIZIONE TERAPEUTICA ESSENIANA ED EGITTICA (ITTEE).

 

ARTICOLO 4 – SEDE LEGALE

La sede dell’associazione si trova a La Maison d’Etre, La Blanquie – 24220 Saint Vincent de Cosse – FRANCIA.

Essa può essere trasferita in qualsiasi altro luogo per semplice decisione dell’Ufficio di presidenza.

 

ARTICOLO 5 – DURATA

La durata dell’associazione è illimitata. L’esercizio finanziario va dal 1° gennaio al 31 dicembre.

 

ARTICOLO 6 – COMPOSIZIONE DELL’ASSOCIAZIONE

L’associazione è composta da membri fondatori, membri associati, membri federati, membri onorari e membri benefattori.

 

A – I membri fondatori

Le nove persone che hanno firmato gli statuti fondatori dell’associazione e sono membri fondatori a vita hanno questo status.

I membri fondatori hanno nominato il primo ufficio di presidenza.

I membri fondatori pagano la quota associativa in qualità di membri aderenti.

I membri fondatori hanno un doppio diritto di voto nell’assemblea (un membro fondatore = due voti).

 

B – Membri aderenti

Qualsiasi persona fisica francese o straniera in possesso di un certificato di idoneità alla pratica delle terapie essenziali ed egiziane può avere questo status.

In generale, queste persone devono aver espresso il desiderio e si sono impegnate, per la loro ammissione, a versare entro la fine dell’anno precedente l’importo del contributo annuo fissato con decisione dell’Ufficio di presidenza. Devono essere stati approvati dall’Ufficio di presidenza.

I membri aderenti hanno diritto di voto in assemblea (un membro aderente = un voto).

 

B – Membri sostenitori

Qualsiasi persona fisica francese o straniera che non sia in possesso di un certificato di idoneità alla pratica delle terapie essenziali ed egiziane può avere questo status.

In generale, queste persone devono aver espresso il desiderio e si sono impegnate, per la loro ammissione, a versare entro la fine dell’anno precedente l’importo del contributo annuo fissato con decisione dell’Ufficio di presidenza. Devono essere stati approvati dall’Ufficio di presidenza.

I membri sostenitori non hanno diritto di voto alla riunione.

 

C – Membri federati

Tale statuto spetta a qualsiasi associazione o organizzazione senza scopo di lucro, persona giuridica proposta dal presidente e approvata dall’Ufficio di presidenza.

I membri federati hanno diritto di voto in assemblea (un membro federato = un voto).

 

D – Soci onorari

Ogni persona fisica o giuridica proposta dal presidente e approvata dall’Ufficio di presidenza gode di questo status.

Daniel MEUROIS e Marie-Johanne CROTEAU sono soci onorari di diritto, che beneficiano anche dello status di soci fondatori, dando loro il diritto a 2 voti in assemblea, ossia 4 voti ciascuno.

I membri onorari hanno diritto a un doppio voto durante la riunione (un membro onorario = due voti).

 

E – Soci sostenitori

Ogni persona fisica o giuridica che ha fatto una donazione all’associazione ha questo status.

I membri sostenitori non hanno il diritto di voto alla riunione.

 

ARTICOLO 7 – REQUISITI DI AMMISSIONE

Ogni candidato membro che è una persona fisica deve essere in possesso di un certificato di idoneità alla pratica delle terapie essenziali ed egiziane.

 

ARTICOLO 8 – CONTRIBUTI

L’importo delle tasse annuali è fissato ogni anno con semplice decisione dell’Ufficio di presidenza entro il 31 dicembre; il pagamento delle tasse annuali è effettuato entro il 31 gennaio successivo.

 

ARTICOLO 9 – ACQUISTO DELL’ISCRIZIONE – RISERVATEZZA – CLAUSOLA DI SEGRETEZZA – DIRITTO D’AUTORE – MARCHI – BREVETTI

Lo status di socio fondatore si acquisisce con l’accettazione degli statuti, la consegna del modulo di adesione firmato dal presidente e il pagamento della quota associativa annuale.

Lo status di socio aderente si acquisisce con l’accettazione degli statuti, la consegna del modulo di adesione firmato dal presidente e il pagamento della quota annuale.

Lo status di socio federato e/o socio onorario si acquisisce con l’accettazione degli statuti e la consegna della scheda di adesione firmata dal presidente.

Il patrimonio dell’associazione è l’unico responsabile degli impegni assunti a suo nome e nessun membro dell’ufficio di presidenza può essere ritenuto responsabile di tali impegni.

L’acquisizione dell’adesione comporta per loro la piena e incondizionata richiesta ed accettazione della massima riservatezza in merito alle informazioni percepite direttamente o indirettamente e/o di cui possano venire a conoscenza; il rispetto del marchio e del logo che si impegnano ad utilizzare solo con il consenso del Presidente dell’Associazione e dopo aver ottenuto il certificato di idoneità alla pratica delle terapie essenziali ed egiziane; il rispetto del copyright delle varie opere utilizzate per la formazione.

I membri devono impegnarsi a mantenere strettamente riservate tutte le informazioni di cui possono venire a conoscenza in merito alle conoscenze specifiche relative alle terapie e alle pratiche insegnate.

La violazione di questa clausola di riservatezza comporterà la perdita automatica dell’iscrizione, nonché la responsabilità civile e/o penale dell’autore del reato.

I membri si impegnano, con le stesse sanzioni, a rispettare scrupolosamente la carta etica e il codice etico specifico della pratica delle terapie essenziali ed egiziane.

Si precisa che l’associazione sarà responsabile di ogni iscrizione alla CNIL relativa a qualsiasi archivio di dati personali di cui possa essere titolare, cosicché i membri non possono essere ritenuti responsabili al riguardo.

 

ARTICOLO 10 – PERDITA DELLA QUALITÀ DI SOCIO

L’appartenenza all’associazione è perduta:

       1) per morte;

per dimissioni presentate al presidente dell’associazione con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. Ogni membro ha il diritto di recedere dall’associazione in qualsiasi momento dopo aver pagato la quota associativa;
mediante annullamento pronunciato dall’Ufficio di presidenza a maggioranza semplice, per gravi motivi, o per il mancato pagamento del contributo due mesi dopo la sua scadenza, dopo aver ascoltato le spiegazioni dell’interessato.
Lo sgombero non deve essere giustificato in un atto formale. Il membro cancellato non può presentare ricorso dinanzi all’assemblea generale.

Una volta che la radiazione è stata pronunciata, gli ex membri dovranno presentare una nuova domanda ai sensi dello statuto per essere nuovamente ammessi. I soci che hanno violato l’obbligo di riservatezza o i diritti di proprietà intellettuale di altri soci non possono essere nuovamente ammessi. I soci che cessano di essere membri dell’associazione non hanno alcun diritto sul patrimonio della società e l’associazione è del tutto libera da qualsiasi responsabilità nei loro confronti e nei confronti dei loro beneficiari.

 

ARTICOLO 11 – AMMINISTRAZIONE, COLLEGIO DEI FONDATORI

L’associazione è presieduta da un Consiglio Direttivo, denominato Collegio dei Fondatori, che è l’unica autorità con potere decisionale.

Questo Collegio dei Fondatori è composto dai 9 membri fondatori che sono membri del Collegio per la Vita.

In caso di dimissioni o decesso di uno dei suoi membri, il Collegio può eleggere un nuovo membro tra i membri, sostenitori o membri onorari dell’associazione per cooptazione con una maggioranza di 2/3, cioè un minimo di 6 voti, e ciascuno dei nove membri ha diritto ad un voto. Questo nuovo membro è cooptato sotto il nome di membro del Collegio per un periodo di 3 anni, rinnovabile con decisione a maggioranza dei 2/3 del Collegio.

Con decisione adottata con la stessa maggioranza, il collegio può aumentare di tre membri, al fine di rispettare il principio della maggioranza di cui sopra. Il collegio può anche invitare i membri invitati a far parte del consiglio di amministrazione con funzioni consultive senza diritto di voto, al fine di diventare eventualmente membro del collegio quando un seggio diventa vacante.

 

ARTICOLO 12 – UFFICIO E DIREZIONE DELL’ASSOCIAZIONE

Il Collegio dei Fondatori elegge a maggioranza semplice dei membri, un Consiglio composto da cinque membri, ai quali il Collegio dei Fondatori delega la gestione e l’attuazione delle decisioni prese dal Collegio dei Fondatori.

Per essere eletti membri dell’Ufficio di presidenza, i membri devono avere un’anzianità di 5 anni come formatori.

Il primo ufficio di presidenza è composto per un periodo di 5 anni dai seguenti membri fondatori:

– Francis Hoffmann

– Marc Medvesek

– Bruno Cicerone

– Martine Pascalet

– Karen Morand

 

La lista dei candidati deve essere depositata presso l’Ufficio di presidenza almeno dieci giorni prima della data dell’elezione.

In caso di vacanza, l’ufficio di presidenza sostituisce provvisoriamente i suoi membri con la cooptazione. I poteri dei membri così eletti scadono alla scadenza del mandato dei membri sostituiti.

 

L’Ufficio di presidenza è così composto:

un presidente che dirige e controlla l’amministrazione generale dell’associazione che rappresenta in tribunale e in tutti gli atti di vita civile: Francis Hoffmann.
Un vicepresidente che lo assiste in delegazione: Marc Medvesek
Un tesoriere che tiene la regolare contabilità dell’associazione, incassa i crediti, paga i debiti, utilizza i fondi secondo le direttive dell’Ufficio di presidenza e si avvale dei poteri da esso conferiti. Può essere assistito, se necessario, da uno o più tesorieri aggiunti: Bruno Cicerone
Una segretaria: Martine Pascalet
Un segretario aggiunto: Karen Morand
I membri del consiglio di amministrazione sono eletti per 5 anni dal Collegio dei Fondatori.

 

ARTICOLO 13 – RIUNIONI DELL’UFFICIO DI PRESIDENZA E DEL COLLEGIO

L’ufficio di presidenza e il collegio si riuniscono ogniqualvolta necessario su convocazione del presidente o della metà dei suoi membri e almeno due volte all’anno, presso la sede sociale o in qualsiasi altro luogo. Queste riunioni possono essere tenute in videoconferenza o per telefono. 

1. L’ordine del giorno è redatto dal presidente o dai membri dell’ufficio di presidenza che convoca la riunione. Può essere fissata solo al momento della riunione.

Per la validità delle deliberazioni è necessaria la presenza di almeno la metà dei membri del Collegio, ogni membro del Collegio ha un voto e può rappresentare al massimo un membro.

Le decisioni sono prese a maggioranza dei membri presenti.

I verbali delle riunioni saranno conservati.

 

 

ARTICOLO 14 – POTERI DELL’UFFICIO DI PRESIDENZA

 L’Ufficio di presidenza è investito dei più ampi poteri per autorizzare tutti gli atti e le operazioni conformi all’oggetto sociale, che non sono riservati all’assemblea generale.

Autorizza tutti gli acquisti, cessioni o locazioni, prestiti e prestiti necessari per il funzionamento dell’associazione, con o senza ipoteca, tutte le donazioni e sovvenzioni, tutte le azioni legali, tutte le transazioni, tutte le liberazioni di ipoteche, con o senza certificato di pagamento.

L’Ufficio di presidenza autorizza tutti i rimborsi delle spese sostenute da alcuni membri.

Redige e chiude ogni anno i conti dell’esercizio precedente e li sottopone all’assemblea generale, alla quale sottopone anche un rapporto morale.

L’Ufficio di presidenza può costituire commissioni nell’ambito delle sue finalità.

 

ARTICOLO 15 – ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA

L’assemblea generale comprende tutti i membri dell’associazione, aggiornati con le quote associative.

Si riunisce almeno una volta all’anno per approvare i conti, votare il bilancio dell’esercizio in corso e presentare infine una sintesi dei lavori. 

La convocazione delle riunioni deve essere effettuata almeno quindici giorni prima della data fissata dal presidente con preavviso individuale e con qualsiasi mezzo di comunicazione, compreso l’ordine del giorno stabilito dall’ufficio di presidenza.

L’ordine del giorno comprende solo le proposte dell’Ufficio di presidenza, nonché quelle comunicate dai membri dell’associazione almeno un mese prima della data della riunione, sotto forma di semplice lettera o e-mail indirizzata al Presidente dell’Ufficio di presidenza.

Queste riunioni possono essere tenute in videoconferenza o per telefono. 

Il presidente redige e firma il verbale di ciascuna riunione.

Le decisioni sono prese a maggioranza semplice dei membri presenti o rappresentati.

I membri possono essere rappresentati alle riunioni solo da un altro membro con procura speciale. La stessa persona non può avere più di dieci poteri.

 

ARTICOLO 16 – ASSEMBLEE GENERALI STRAORDINARIE

Essi possono essere convocati solo a discrezione dell’Ufficio di presidenza. Il loro scopo è quello di apportare allo Statuto le modifiche statutarie ritenute necessarie.

Le decisioni devono essere prese a maggioranza di due terzi dei membri fondatori, dei membri presenti e aggiornati con i loro contributi.

I requisiti di quorum e di rappresentanza dei membri sono gli stessi di quelli richiesti per le assemblee generali ordinarie.

Queste riunioni possono essere tenute in videoconferenza o per telefono.

 

ARTICOLO 17 – REGOLAMENTO INTERNO

Il regolamento interno può essere stabilito dal Collegio dei Fondatori, che lo comunica all’Assemblea Generale.

Il presente regolamento, se del caso, ha lo scopo di definire i vari punti non previsti dal presente statuto, in particolare quelli relativi all’amministrazione interna dell’associazione.

 

ARTICOLO 18 – RISORSE 

Le risorse dell’associazione sono composte:

– dei contributi dei suoi membri;

– contributi alle spese addebitate ai membri in occasione di manifestazioni organizzate

dall’associazione, nell’ambito del suo scopo;

– sovvenzioni che potrebbero essere concesse da autorità pubbliche o dallo Stato;

per consentirle di raggiungere gli obiettivi proposti;

– somme derivanti da qualsiasi azione di sponsorizzazione;

– qualsiasi indennità pagata da qualsiasi socio o sponsor;

– i proventi dei suoi beni o titoli;

– le somme ricevute in cambio delle prestazioni fornite dall’associazione;

– l’importo dei prestiti contratti;

– qualsiasi altra risorsa autorizzata dalle leggi e dai regolamenti in vigore;

– donazioni accettate dall’Ufficio di presidenza;

– i proventi di eventi eccezionali di promozione, beneficenza o sostegno.

 

Il fondo di riserva è costituito da:

– l’eccedenza delle entrate annuali rispetto alle spese annuali.

La contabilità ordinaria semplificata è tenuta e il Tesoriere presenterà la relazione finanziaria di fine anno per l’approvazione dell’Assemblea Generale Annuale.

 

ARTICOLO 19 – SCIOGLIMENTO

Lo scioglimento dell’associazione può essere pronunciato solo dall’assemblea generale, convocata appositamente a tal fine, che delibera alle condizioni di quorum e maggioranza previste per le assemblee straordinarie.

Se l’assemblea generale decide di sciogliere l’associazione, deve nominare uno o più liquidatori responsabili della liquidazione del suo patrimonio e dei cui poteri deciderà.

Gli aderenti o i loro beneficiari esercitano, ai sensi dell’articolo 15 del decreto del 16 agosto 1901, la ripresa dei contributi, salvo in caso di compensazione o ricompensa.

Dopo l’estinzione delle passività, l’attivo netto è conferito ad un’associazione dichiarata con finalità analoghe o ad un organismo di interesse pubblico designato dall’assemblea generale ordinaria.

 

 

A Saint Vincent de Cosse, il 13 aprile 2019

Codice Etico

Codice Etico

del Praticante-Terapista-Terapista

 

 

Preambolo

Lo scopo di questa carta è quello di mantenere l’essenza della Tradizione Terapeutica Essene ed Egiziana come trasmessa secondo il metodo preciso e completo di Daniel Meurois e Marie Johanne Croteau.

Mira inoltre a mantenere nel tempo il livello di requisiti specifici per la pratica delle terapie Essene ed Egiziane e a garantire un’affiliazione di qualità di terapisti certificati.

 

Questa carta riguarda:

L’operatore in possesso di un certificato di idoneità alla pratica delle terapie Essene ed Egiziane ottenuto da un insegnante referenziato sul sito www.esseniens.com .

 

Principio 1: Rispetto dei diritti umani

Pratico nel rispetto dei diritti fondamentali degli individui, in particolare della loro dignità, libertà e protezione. L’interesse del consulente è una priorità.
Mi impegno a rispettare l’autonomia degli altri.
Tutelare la privacy e l’intimità delle persone garantendo il rispetto del segreto professionale.
Informo il consulente sul processo e sui limiti della mia pratica e delle mie capacità. 

Principio 2: Pratica delle terapie essenziali ed egiziane

La Tradizione Terapeutica Essene ed Egiziana costituisce un approccio terapeutico globale all’essere umano. Queste terapie sono di natura olistica e richiedono da parte mia uno stato d’animo che riflette la Coscienza del Sacro e un approccio compassionevole, senza alcun dogma.

Mi impegno ad esercitare la mia professione con umanità, integrità e lealtà e riconosco i limiti delle mie capacità e dei miei mezzi.
Mantengo e miglioro le mie conoscenze attraverso la formazione continua, al fine di garantire una pratica di qualità.
Sono attento e rispettoso delle aspettative del mio consulente e accolgo i suoi sentimenti con gentilezza e neutralità.
Sono consapevole che la mia pratica non può in alcun modo sostituire una pratica medica o paramedica. Non faccio nessuna diagnosi di salute.
Informo e incoraggio il consulente sulla necessità di un follow-up da parte della professione medica in caso di malattie acute o croniche, parallelamente alle cure che fornisco.
Utilizzo tecniche manuali, alcune delle quali prevedono il contatto diretto con la pelle, a cui si può associare l’uso di oli essenziali nell’unzione.
Applico esclusivamente i metodi e le tecniche terapeutiche per le quali sono stato formato e ritenuto idoneo alla pratica e non rivendico da me conoscenze o qualifiche che non possiedo.
Mantengo l’integrità del metodo non mescolando le tecniche terapeutiche durante una sessione di terapia Essene ed Egiziana. Se si utilizzano altre pratiche durante un follow-up sanitario generale, informo il consulente e mi assicuro che faccia una chiara distinzione.
Se un problema presentato dal consulente non rientra nella mia capacità di agire, gli suggerisco di rivolgersi ad un altro professionista di sua scelta, riconoscendo così i miei limiti, sia di competenza che di pratica.
Sono consapevole che la lettura dell’aura rimane una pratica sussidiaria ed è riservata ai terapeuti che conoscono questo strumento.
Mi proibisco ogni forma di mistificazione, seduzione o sessualizzazione nel mio rapporto con i consulenti.
Mi impegno affinché i minori e i disabili mentali siano accompagnati da un genitore o tutore legale adulto.
In caso di problemi etici, mi rivolgo al mio formatore o all’ufficio ITTEE. 

Principio 3: Luogo e condizioni di esercizio fisico

 Ho un posto pulito, accogliente e adeguato per fare esercizio fisico per preservare la riservatezza delle persone che ricevo.

Indosso un abbigliamento corretto e pulito, compatibile con la pratica delle terapie essenziali ed egiziane.
Il certificato di completamento della formazione è una garanzia di competenza e devo essere in grado di giustificarlo ai miei consulenti. 

Principio 4: Linee guida per l’uso del marchio registrato

Per il logo e il marchio registrato, di proprietà dell’ITTEE e protetto dall’Institut National de la Propriété Industrielle (INPI) in Francia e in molti altri paesi:

Posso utilizzare il logo e il marchio nella comunicazione scritta (internet, social network, brochure, poster, manifesti, biglietti da visita), non appena ottengo il certificato di idoneità all’esercizio delle terapie.
Solo l’operatore ITTEE proprietario e membro in generale può utilizzare il logo ufficiale.
Quando comunico per iscritto della mia pratica assistenziale, mi assicuro di utilizzare la dicitura completa e precisa “….secondo la Tradizione completa trasmessa da Daniel Meurois e Marie Johanne Croteau” e di aggiungere nella mia biografia personale” formata da….il nome del formatore, secondo la Tradizione completa trasmessa da Daniel Meurois e Marie Johanne Croteau”.
Il presente statuto è pubblicato sul sito di riferimento www.esseniens.com e ogni operatore associato all’ITTEE deve farvi riferimento sul proprio sito web.

L’allenatore, i membri del consiglio di amministrazione dell’associazione ITTEE, Daniel Meurois e Marie Johanne Croteau, non possono essere ritenuti responsabili per qualsiasi abuso commesso da un professionista che non rispetta il presente statuto e si riserva il diritto di escluderlo dal sito www.esseniens.com e di espellerlo dall’associazione in caso di inosservanza manifesta di una o più regole contenute nel presente statuto.

 

 

Menzione “Mi impegno a rispettare questa carta”.

 

Data: Firma :

Chiudere tutti

MODULO DI ADESIONE

Je souhaite être informé !

sur les prochaines formations, conférences, salons, voayage, ...

Votre inscription est effective. Bienvenue